Back to home
BLOG

SCOPRI PERCHÉ UNA MAMMA MI HA RINGRAZIATO NONOSTANTE HO RIFIUTATO DI TRATTARE LA SUA BAMBINA

La storia che voglio portarti oggi è una storia abbastanza anomala.

L’altro giorno, in studio, una mamma ha preso appuntamento per un problema di testa deformata della sua bambina (plagiocefalia).

Questa bambina, a differenza dei bambini che di solito mi arrivano in studio, presentava una testa a punta nella zona centrale della fronte.

Una cosa abbastanza anomala, perché di solito la plagiocefalia presenta una testa con delle bozze ma lateralmente.

Inoltre, alla valutazione generale, ho notato un torace molto rigido e alto.

Qualcosa non mi stava convincendo.

Ho guardato e riguardato i referti, ma a parte un cranio un po’ più piccolo della media, gli altri valori sembravano a posto.

Ad un certo punto, mentre ho iniziato a toccare la testa, mi sono reso conto che c’èra una zona durissima sulla parte centrale del cranio ( precisamente su una sutura cranica).

Una sutura cranica è lo spazio che divide due ossa della testa e nel bambino e questo spazio non deve chiuso nei bambini.

Così, senza esitare, ho contattato il medico spiegando il mio punto di vista.

La bambina, ai controlli successivi alla mia segnalazione, è stata inviata in Neurochirurgia in quanto i medici hanno visto che la sutura centrale del cranio si era chiusa troppo velocemente rispetto alla sua età.

Quella bambina, andava quindi immediatamente operata o le sue condizioni sarebbero diventate drammatiche da lì a pochi mesi.

Io questa volta non potevo trattarla, almeno fino alle sue dimissioni dall’ ospedale, ma sono rimasto soddisfatto per averla in qualche modo aiutata.

La mamma con le lacrime mi ha ringraziato.

Appena sarà possibile, il consenso dei medici, avró il piacere di aiutarla nell’accelerare il suo percorso post chirurgico attraverso delle specifiche tecniche per migliorare il flusso di sangue nella testa e per ridurre le aderenze dell’intervento.

Quindi, prima di qualsiasi trattamento, è sempre fondamentale avere la diagnosi del Medico/Pediatra per evitare di fare errori molto pericolosi.

Alla prossima.

By osteopatia, 1 luglio 2018
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti

    Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

    Newsletter Signup

    Leave your email address and receive weekly updates.