Back to home
BLOG

TUTTO QUELLO CHE OSTEOPATI E CHIROPRATICI NON VOGLIONO FARTI SAPERE SULLO SCROCCHIO DELLE OSSA

È una delle tante mattine in studio e ricevo Roberta, una signora di 45 anni.

Mi chiede se posso farle qualcosa per la sua schiena e mi dice di essere già stata trattata da un Osteopata, che le ha fatto “scrocchiare” la schiena cinque sedute, ma il problema persiste.

Parto da un presupposto: non è mai facile trattare un paziente che ha già fatto altre cure.

Ma questa volta la cosa è di diversa.

In primis perchè Roberta ha una forma precoce di osteoporosi e quindi ha rischiato fratture durante il trattamento prcedente.

Ma la cosa peggiore, è che le era stato detto che questi “scrocchi”‘ servivano per fare andare “a posto” le vertebre.

La verità, è che quel “crack” sonoro che si sente quando ti fai scrocchiare le ossa da qualcuno o da solo, altro non è che la fuoriuscita di alcuni gas presenti all’interno dell’articolazione, un po’ come quando schiacciavamo le sfere della carta per imballaggi quando eravamo piccoli.

Se dopo una settimana dal crack proverai a far scrocchiare di nuovo le articolazioni, succederà di nuovo la stessa cosa:

“crack, crick, crock”..

Ad ogni modo, questo dimostra che non era tornata a posto alcuna vertebra.

Ma se non mi credi, puoi verificare da Internet.

Dopo una attenta valutazione del suo equilibrio posturale, abbiamo corretto i suoi squilibri con delle tecniche dolci.

Il problema era dovuto ad una vecchia storta al piede destro che le aveva alterato tutta la postura.

Ricorda quindi che non occorre nessun crack per risolvere o ridurre il dolore, ma una attenta valutazione personalizzata e un tocco delicato, che permetta la distensione delle zone dolorose e il loro riequilibrio.

Se hai problemi di schiena, chiamami e vediamo come posso aiutarti.

Alla prossima.

By osteopatia, 1 luglio 2018
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti

    Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

    Newsletter Signup

    Leave your email address and receive weekly updates.