Back to home
BLOG

SE ANCHE IL TUO BAMBINO HA LA TESTA DEFORMATA, CONTINUA A LEGGERE E SCOPRI COME RISOLVERE

La testa deformata del bambino non è solo un problema estetico.

Cosa comporta questo tipo di situazione?

Scopriamolo!

1- non permette al bimbo di girare bene la testa da un lato;

2- causa stanchezza precoce del neonato durante l’allattamento al seno;

3- irritabilità;

4- coliche;

5- insonnia;

E se pensi che siano già tanti sintomi, eviterò di elencartene altri per non farti venire troppa ansia.

La testa deformata, viene chiamata con il nome tecnico di “Plagiocefalia”, ovvero testa obliqua.

A dire il vero, anche se la testa non è obliqua ma presenta ad esempio un appiattimento o una bozza, il termine usato rimane comunque plagiocefalia.

In realtà, tutti i neonati che nascono a seguito di un parto naturale, hanno una certa deformità naturale della testa dovuta al passaggio della testa nel canale uterino.

Dopo un po’ di tempo però, queste deformazioni dovrebbero sparire spontaneamente.

Invece, se lo stress che la testa ha subìto è importante, nonostante passino i mesi, le deformità piccole o grandi che siano rimangano.

Anzi, non solo rimangono, ma nei mesi, crescendo, si noteranno ancora di più.

Si può fare qualcosa per risolvere?

Anche se spesso il Pediatra ignora (in buona fede) questa condizione l’Osteopata Pediatrico può intervenire su questo problema.

Le tecniche non sono affatto pericolose, non causano dolori al piccolo, anzi, posso assicurarti che è l’esatto contrario.

I neonati in particolare si rilassano tantissimo, perché si vanno ad utilizzare delle leggerissime pressioni prolungate di 2-3 grammi sulla testa, con un effetto molto rilassante.

Chiaramente, una seduta non basta, perché bisogna lavorare con molta delicatezza.

Le ossa della testa dei neonati, infatti, non sono saldate tra loro come lo sono invece nell’adulto e questo è un grande vantaggio, ma richiede anche una mano sicura e di esperienza.

Insomma: non puoi andare dall’osteopata che tratta un po’ di tutto (dallo sportivo all’anziano) perché il rischio è quello di non trovare un operatore adeguatamente specializzato, con il rischio di buttare tempo, soldi e rischiare di imbattersi in personale dalla dubbia preparazione.

Ad ogni modo, ti lascio dei consigli se anche il tuo bimbo ha questo problema:

– Stimola il più possibile l’allattamento al seno.

L’allattamento al seno, infatti, attraverso la suzione, permette di aumentare la pressione all’interno della testa, aiutando naturalmente il cranio a ritrovare la sua forma corretta (pensa a quando soffi in un palloncino).

– Stimola la rotazione della testa del bambino.

Spesso, i bambini con plagiocefalia, hanno un lato dell’occipite (la parte posteriore della testa) più piatto e ruotano la testa più da un lato che dall’altro.

Cerca di stimolare le sue rotazioni del collo facendogli inseguire con gli occhi dei pupazzi sia a sinistra che a destra.

– Acquista un cuscino per plagiocefalia.

Si tratta di un cuscino con un buco al centro che evita l’appiattimento dell’occipite del bimbo.

Infine, parla sempre con il tuo Pediatra e domanda se l’Osteopatia Pediatrica può essere utile per il bene del tuo bambino.

Alla prossima.

By osteopatia, 1 luglio 2018
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti recenti

    Importante: Questo sito web non dà consigli medici, né suggerisce l'uso di tecniche come forma di trattamento per problemi fisici, per i quali è invece necessario il parere di un medico. Nel caso si decidesse di applicare le informazioni contenute in questo sito, lo stesso non se ne assume le responsabilità. L'intenzione del sito è quella di essere illustrativo, non esortativo né didattico.

    Newsletter Signup

    Leave your email address and receive weekly updates.